Festa del cappelletto Ferrarese   3405831578

Festa del cappelletto Ferrarese

Vigarano Pieve - Ferrara
 

15-16-17-18-19-20-21-22-23-24 giugno

Descrizione

Cappelletti (Caplit)

Tortellini e cappelletti non sono la stessa cosa.
Ogni volta che qualcuno nel mondo dice che tortellini e cappelletti sono la stessa cosa, un ferrarese muore dentro.
Dopo esserci ripresi con un piatto "ad caplit" in brodo di gallina, è d'obbligo spiegare le caratteristiche che distinguono i cappelletti dai tortellini. L'origine: Se i tortellini se li contendono tra Bologna e Modena, i cappelletti vengono contesi da tutta la Romagna. Importati nella nostra Ferrara da tempi immemori, i cappelletti vengono personalizzati secondo i gusti ferraresi, diventando il piatto protagonista del pranzo di Natale. La dimensione: L'ombelico di Venere ha ispirato i tortellini, che vengono chiusi intorno a mignoli esperti e sono piccoli. Forse la Venere che ha ispirato i cappelletti era più in carne, fatto sta che i cappelletti sono più grandi dei tortellini. Il ripieno: In realtà non serve consultare libri di storia di cucina oppure sedersi a tavola muniti di righello, per capire la differenza tra cappelletto e tortellino. Basta assaggiarli. Il tortellino, nella tradizione bolognese, ha un ripieno crudo a base di lonza di maiale, prosciutto crudo e mortadella. Il ripieno del cappelletto, il "batù", tramandato da nonna a nipote è composto da un ripieno di carne cotta a base di maiale, pollo e vitello e guanciale. Tutto un altro impasto!

La ricetta del Cappelletto di Vigarano Pieve

La loro forma caratteristica si fregia di discendenze mitologiche, perchè si dice che rappresentino l'ombelico di Venere, la dea della bellezza; racchiuso da delicata sfoglia, il battuto di carne e formaggio è lo squisito ripieno. I "caplit", si distinguono dai più comuni tortellini sia per forma, che per sostanza. La tradizione vuole che ogni massaia per la preparazione del "batù", (il gustoso ripieno di carne), custodisca un antica ricetta tramandata di generazione in generazione. Ingredienti per il ripieno(al batù): gr 100 di polpa di suino, gr 100 di petto di pollo, gr 100 di goletta, gr 100 di polpa di vitello, gr 100 di salame da pentola, gr 200 di parmigiano reggiano grattugiato, 1 uovo, noce moscata, sale, e olio evo q.b. Ingredienti per la sfoglia (la sfoja): gr 500 di farina 5 uova. Procedimento: Rosolare in un tegame con un po' di olio i vari tipi di carne , tritare la carne rosolata ed unire il parmigiano , la noce moscata, l'uovo e il sale. Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e consistente ma morbido e saporito. E' consigliabile preparare l'impasto il giorno, riposando i sapori si amalgamano meglio. Preparare la sfoglia, tirandola con mattarello di legno (sgnadur), allo spessore di circa un paio di mm. Tagliarla a quadretti con lato di 4 cm sui quali porrete un cucchiaino abbondante di ripieno. Unire le punte non contigue dei quadretti di pasta, chiuderli in modo tale da creare dei triangoli e girare su se stesse le due punte orizzontali, ottenendo i cappelletti.
Versare i cappelletti in un buon brodo bollente di carne di manzo e di gallina e cuocere per 5 minuti.

Menù

Bresaola rucola e grana - Affettati misti e Focaccia - Prosciutto crudo e Focaccia
Primi:
Cappelletti (tartufo, brodo, panna, ragù) - Cappellacci (ragù, burro e salvia)
Secondi:
Grigliata di carne alla brace - Braciolona alla brace - Castrato alla brace - Arrosticini di castrato - Tagliata di manzo e al tartufo - Costine alla brace - Cotoletta e al tartufo - Salamina con purè - Cotoletta al tartufo
Contorni:
Patatine fritte - Verdure alla griglia - Purè di patate - Insalata
Dolci: Zuppa inglese - Sorgetto - Gelato artigianale Forza SPAL

Orari

Stand coperto - Apertura ore 19.30
Area Parrocchiale - Info: 340 5831578

Vigarano Pieve - Ferrara


clicca sulle immagini per ingrandirle.